COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Cari amici, dopo quasi due anni di pubblicazioni più o meno giornaliere, ho deciso di interrompere il blog “Lo Sbadiglio del Mattino”.

È stata un’esperienza bellissima, con la produzione di centinaia di contenuti che hanno seguito l’evoluzione della nostra vita quotidiana.

Ho voluto sperimentare me stesso nella capacità di scrittura all’impronta, cercando di dare un punto di vista il più neutrale possibile su tanti accadimenti che ci hanno visto partecipi da giugno 2016.

Ed è stato un cammino di grande valore per me.

Ma il ritorno in termini di consenso social non è stato in linea alle mie aspettative, e lo sforzo produttivo giornaliero è significativo.

Ho anche cercato spazio in qualche testata giornalistica, ma avendo poco seguito nei vari social non ho trovato modo di poter far fare al blog il salto che avrebbe secondo me meritato.

Sicuramente un tema di contenuti che non hanno avuto la presa giusta, oltre l’infrastruttura che ho utilizzato, che di fatto crea troppi passaggi, fra pagina Fb e blog, in un mondo web che pretende contenuti fruibili direttamente. Riscontro che ho trovato molto di più quando gli stessi contenuti li ho pubblicati in chiaro qui in questa bacheca.

Ho quindi deciso di dare più spazio alla scrittura direttamente su questa pagina, e sul blog che a questo punto sarà più personale, e mi identificherà meglio.

Resterà quindi attiva la pagina Facebook de Lo Sbadiglio che conta più di 1000 contatti nella quale continuerò a condividere i miei contenuti di rimando da questa, oltre al sito, nel quale aprirò una pagina dedicata al vecchio blog in modo da avere i contenuti a disposizione.

Mi voglio dedicare principalmente all’iniziativa “Contro-tendenza#”, ed alla scrittura del libro, di cui Lo Sbadiglio sarà protagonista sicuramente

Volevo ringraziarvi personalmente tutti per il grande supporto, la condivisione, la critica costruttiva che mi avete regalato durante questa avventura, aspetti preziosi che porto con me nel cuore.

Ci vedremo quindi più spesso qui, con i miei post sulle cose della vita, sui fatti quotidiani e sui contenuti contro tendenza.

Spero in questo modo di poter essere più fruibile e di incontrare ancora tutti voi, e tutti gli amici che si vorranno unire a questo cammino, grazie anche alle vostre condivisioni.

Grazie ancora.

Roberto

Lo Sbadiglio – Quando un bambino si uccide…

Quando un bambino si uccide, è un cortocircuito dell’umanità. Ne ho letto ieri su Torino, aveva 12 anni. “Voglio sparire” sembra ci fosse scritto in un diario. Quando un bambino così giovane trova il coraggio di farla finita, io mi sento sconfitto. Come uomo. Come padre. Per tutti gli uomini e tutti i genitori.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Quando un bambino si uccide…

Through the life Recensioni – Recensione del libro “Prova a Dirmelo Guardandomi negli occhi” di Francesca Barra

Titolo: Prova a Dirmelo guardandomi negli occhi

Autore: Francesca Barra

Editore: Garzanti Libri

Pagine: 138

Prezzo: € 14

Hate Speech, Cyberbullismo, Stalking, flaming, harassement, outing, Hate Speech, sexting.

Sono alcuni dei termini che oggi identificano l’odio in rete, e con I quali purtroppo, sempre di più abbiamo dovuto familiarizzare, per connotare tutti gli eventi che negli ultimi tempi si sono susseguiti, e che oggi rappresentano il lato oscuro e più becero del web.

Francesca Barra, parte dalla sua dolorosa storia di odio in rete, subita recentemente, ed affronta questo tema con un saggio che, ripercorrendola, ci fa comprendere tantissimi aspetti del fenomeno, che non sempre si colgono, soprattutto perché amplificati dal distorto mondo della comunicazione mediatica, vittima di numerosi fenomeni di disinformazione piuttosto che di informazione.

Odio verso gli aspetti legati alla vita privata di un personaggio pubblico, ed alla sua felicità, che per un paradosso ancora inspiegabile, vede la rete accanirsi in modo particolare sugli affetti più cari, con diffamazioni inammissibili ed inaccettabili. Alcune in particolare, ad opera di un soggetto identificato, di particolare gravità.

Nel saggio non vengono prese in esame solo le testimonianze di personaggi pubblici, anche di persone comuni. C’è lo specchio sociale, e la spietatezza della Rete a tutto tondo.

C’è il dolore nella sua forma più reale, causato all’interno di un mondo, quello web, che dovrebbe invece favorire la gioia, e la condivisione nelle sue forme più nobili.

Continua a leggere Through the life Recensioni – Recensione del libro “Prova a Dirmelo Guardandomi negli occhi” di Francesca Barra

Lo Sbadiglio della Domenica – Nell’era del Web il rapporto Genitori-Figli ancora è da consolidare

Di Roberto Furesi

Qualche anno fa, mi occupai di questo argomento, e scrissi un approfondimento su come la relazione fra genitori e figli in ambito web fosse da costruire.

Oggi la situazione è migliorata, ma quello stesso rapporto, che ha ancora tanta strada da fare, è’ sicuramente da consolidare.

Partendo dalla domanda che feci allora, e che è ancora molto attuale:

come possiamo entrare in contatto con il mondo dei nostri figli, essere partecipi della loro vita Web, senza essere invadenti, retrogradi o tantomeno costrittivi, e quindi fuori luogo?

I nostri figli sono nativi dell’era digitale, è un dato di fatto che dobbiamo accettare, ed è forse il dato di fatto più ostico da comprendere quando, come genitori, ci confrontiamo con la realtà del Web, dei rischi ad esso connessi e delle difficoltà che spesso incontriamo, nel poter capire i rischi stessi, ed i pericoli a cui i nostri figli sono esposti.

Se da un lato, come genitori abbiamo fatto passi avanti nella capacità di poter interagire con i nostri figli sui temi che riguardano il web e preciso – non perchè abbiamo aperto un account Instagram  – ma perchè abbiamo fatto percorsi di apprendimento sui rischi e le opportunità del web stesso, dall’altro, l’esposizione al rischio dei nostri figli è aumentata esponenzialmente in questi ultimi anni.

E non è migliorata la loro consapevolezza di quel rischio stesso, e delle logiche di sicurezza che ci aiutano a prevenirlo.

Continua a leggere Lo Sbadiglio della Domenica – Nell’era del Web il rapporto Genitori-Figli ancora è da consolidare

Lo Sbadiglio: Mattarella: il web va studiato a scuola

E’ di una lungimiranza straordinaria il nostro Presidente della Repubblica. L’incontro con i creatori della Rete e youtubers fra i 18 ed i 25 anni, con una media di 700.000 followers a testa, è illuminante. Capitanati da Michele Bravi, fulgido esemprio che dal web è arrivato al palco di Sanremo. Sono loro il nuovo futuro. Anzi, sono il nuovo presente. Dal web al mondo del lavoro, con la creazione di nuovi mestieri fatti di passione. E di grande talento.

Continua a leggere Lo Sbadiglio: Mattarella: il web va studiato a scuola

Lo Sbadiglio – Social è sinonimo di sociale, socializzare. Ma non è esattamente così

Facciamo una riflessione su questo? La parola “social”, o meglio Social Media è sicuramente sinonimo di socializzare, sociale, includere, condividere, considerare. Se ci riflettiamo ultimamente sui social accade esattamente il contrario: dividere, emarginare, denigrare, isolare, inimicare. Questa è la realtà dei fatti. Un ossimoro evoluto dei tempi moderni. Lo scopo aggregante dei social media è andato via via disperso per lasciar spazio a dibattiti sterili, commenti inutili e offensivi. I “Social” sono diventati i portavoce di noi stessi, sempre più individualisti: lo dimostra il fatto che Instagram ha avuto una crescita esponenziale proprio perché è diventato, con le stories, il racconto della nostra vita.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Social è sinonimo di sociale, socializzare. Ma non è esattamente così

Lo Sbadiglio – Net Neutrality a rischio in America

Nel 2015 in Italia è stata approvata la Carta dei Diritti di Internet che con la mozione Quintarelli garantisce un accesso neutrale a tutti i contenuti internet indistintamente. Quindi dall’accesso a siti privati, video, documenti della Pubblica Amministrazione, streaming e così via, in equal misura con la stessa velocità. In America Trump riesce a mettere le mani anche su questo ed a rimettere in discussione questo diritto, fortemente voluto dall’amministrazione Obama.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Net Neutrality a rischio in America

Lo Sbadiglio – Nadia Toffa e l’odio in rete: la non-notizia che fa notizia

Nadia Toffa ha avuto un malore, ed ora sta meglio. E’ fuori pericolo di vita. E’ assistita ed ha avito un grandissimo affetto mediatico che l’ha coccolata in modo speciale, un plebiscito social di grandissimo impatto. E questa è la notizia. Poi c’è la “non” notizia: odio sul web contro Nadia Toffa. Insulti in rete bla bla bla…. . E tutti ovviamente a trasformare quindi il trend dalla vera notizia, alla non notizia. Per colpa di quattro imbecilli che sono l’aberrazione sociale dico io e non solo social, che hanno cavalcato l’onda scrivendo delle amenità indicibili. In un attimo si è perso il vero filo conduttore, ed i catturatori di click hnno vinto. Testate giornalistiche che danno eco postando foto di tweet di questi dementi che così hanno avuto il loro momento di gloria, e sono riusciti nel loro vero unico intento, diventare famosi per un attimo, prima di essere ovviamente bloccati. Tanti click, tante visualizzazioni, tante indicizzazioni, più visibilità, più soldi. questa è la triste realtà.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Nadia Toffa e l’odio in rete: la non-notizia che fa notizia

Lo Sbadiglio – Solidarietà a Francesca Barra insultata sul WEB

barraAl fianco di Francesca Barra, Giornalista e scrittrice, insultata ripetutamente sul WEB per la sua relazione con Claudio Santamaria. Insulti pesanti, inaccettabili, che hanno coinvolto anche la sfera familiare, i figli, con ripetuti auguri di morte.  Al suo fianco senza se e senza ma, contro chi non porta rispetto per l’essere umano, per la donna, per la libertà di essere. Condanno duramente come del resto da tempo, qualsiasi comportamento di natura sessista, volto a offendere, insultare, prevaricare, violentare le donne e la loro libertà, comprese le offese verbali, le illazioni e qualsiasi intromissione gratuita nella vita privata delle persone. Il web è solo uno strumento attraverso il quale veicoliamo parte della nostra vita, ed in nessun modo può essere mai considerato un alibi per nascondersi e per destinare le proprie frustrazioni, ossessioni, depravazioni. Ed in tal senso ciò che avviene qui deve avere la stessa valenza della vita materiale, le stesse regole, le stesse responsabilità, e conseguentemente qualsiasi comportamento che violi queste regole deve essere sanzionato alla stessa stregua. Non si può più transigere. Non si può più aspettare. Sta allo Stato intervenire. Ma sta anche ad ognuno di noi farsi parte diligente per segnalare qualsiasi abuso e offesa venga intercettata. Condivido ogni parola di Francesca di questo post allegato e di tutti i post che ha scritto da quando ha denunciato questi fatti così gravi. Ed auspico che vengano presi provvedimenti esemplari per tutti coloro che vengono individuati quali responsabili di questi comportamenti inaccettabili per il rispetto dell’essere umano.

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Ffrancescabarra%2Fposts%2F1556968877680009&width=500

Through the Life Recensioni – FAR WEB di Matteo Grandi ed. Rizzoli

farwebFAR WEB è uno di quei libri che io definisco “necessari”. Un saggio sul WEB?

Molto di più.

E’ il racconto di noi tutti più vero che abbia letto. Perchè il web siamo tutti noi, o almeno gran parte, e qui sta il bello.

Matteo Grandi è un profondo osservatore e conoscitore della rete che io seguo da tempo, e la sua capacità nel raccontare le bruttezze di questo nostro “Agorà” 3.0 è stata nel trovare la sintonia giusta per ogni aspetto, trattato asetticamente, e spiegato magistralmente.

Riuscendo attraverso il racconto delle più becere aberrazioni a valorizzare soprattutto  l’importanza fondamentale della Rete, la sua utilità sociale, e la profonda necessità che torni ad essere una piazza dove il valore si crea per somma e non per differenza.

Continua a leggere Through the Life Recensioni – FAR WEB di Matteo Grandi ed. Rizzoli