Lo Sbadiglio della Domenica – Nell’era del Web il rapporto Genitori-Figli ancora è da consolidare

Di Roberto Furesi

Qualche anno fa, mi occupai di questo argomento, e scrissi un approfondimento su come la relazione fra genitori e figli in ambito web fosse da costruire.

Oggi la situazione è migliorata, ma quello stesso rapporto, che ha ancora tanta strada da fare, è’ sicuramente da consolidare.

Partendo dalla domanda che feci allora, e che è ancora molto attuale:

come possiamo entrare in contatto con il mondo dei nostri figli, essere partecipi della loro vita Web, senza essere invadenti, retrogradi o tantomeno costrittivi, e quindi fuori luogo?

I nostri figli sono nativi dell’era digitale, è un dato di fatto che dobbiamo accettare, ed è forse il dato di fatto più ostico da comprendere quando, come genitori, ci confrontiamo con la realtà del Web, dei rischi ad esso connessi e delle difficoltà che spesso incontriamo, nel poter capire i rischi stessi, ed i pericoli a cui i nostri figli sono esposti.

Se da un lato, come genitori abbiamo fatto passi avanti nella capacità di poter interagire con i nostri figli sui temi che riguardano il web e preciso – non perchè abbiamo aperto un account Instagram  – ma perchè abbiamo fatto percorsi di apprendimento sui rischi e le opportunità del web stesso, dall’altro, l’esposizione al rischio dei nostri figli è aumentata esponenzialmente in questi ultimi anni.

E non è migliorata la loro consapevolezza di quel rischio stesso, e delle logiche di sicurezza che ci aiutano a prevenirlo.

Continua a leggere Lo Sbadiglio della Domenica – Nell’era del Web il rapporto Genitori-Figli ancora è da consolidare

Lo Sbadiglio – Se Tim Cook non vuole che il nipote usi i Social…

Potrebbe essere un nonnetto come tanti altri. Ed invece è il CEO di APPLE. Lo ha dichiarato in Essex ad una platea di studenti dell’Harlow College (Fonte Sole 24 Ore). Ed io trovo questo messaggio in perfetto stile “leadership” fatta con il cuore. Rivoluzionario. Vero che il tema delle dipendenze dalla tecnologia degli adolescenti è delicato ed Apple non ha mai messo in campo iniziative concrete come per altri temi, ma altrettanto vero è che un CEO di un’azienda così importante poteva scegliere di non dichiarare le sue perplessità sui Social Media, che tutto sommato sono comunque  – oggi – un veicolo importante di trasmissione delle informazioni e delle pubblicità. Ma lo ha fatto.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Se Tim Cook non vuole che il nipote usi i Social…