Eravamo in tanti ad ascoltare Roberto Saviano e ci siamo guardati negli occhi

Eravamo insieme oggi ad ascoltare Saviano a Milano. Eravamo i “buonisti”. Si. E ne sono orgoglioso. Eravamo quelli che credono nello Stato, e lo rispettano. Eravamo quelli che credono nell’accoglienza e nell’integrazione. Eravamo quelli che non hanno paura di dire il nome “mafia”, di urlarlo se serve. Eravamo quelli che hanno il coraggio della paura. A cui la paura non spaventa. Eravamo quelli che credono nello Stato e nella protezione che fornisce a chi è in pericolo di vita per aver urlato che la mafia esiste. Eravamo quelli che vedono solo persone per strada, non vedono razze, religioni o orientamenti sessuali. Eravamo quelli che dalla diversità si arricchiscono. Non si spaventano. Eravamo quelli che pensano che la vita umana venga prima di tutto. Eravamo quelli che ritengono che l’integrazione sia fondamentale per guardare al futuro, e che servano regole che vadano rispettate. Eravamo quelli che agli insulti rispondono con le argomentazioni, con i fatti. Eravamo, soprattutto tanti, e ci siamo guardati negli occhi. Ed abbiamo sorriso.

Lo Sbadiglio – Di lavoro si muore ancora

E’ successo ancora. Succede ancora. Succederà ancora? Accade purtroppo troppo spesso. Incidenti sul lavoro che uccidono lavoratori. E’ accaduto a Milano in un’azienda metalmecanica  3 operai sono morti intossicati. Il problema della sicurezza sul lavoro è diventato da tempo ormai prioritario.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Di lavoro si muore ancora

Lo Sbadiglio – Ciao Pino

Ripropongo il post che scrissi il 5 gennaio del 2015, il giorno dopo la sua scomparasa, pochi giorni dopo aver assistito, il 22 dicembre 2014, al suo ultimo concerto a Milano. Parole che riconosco ancora vive, ed attuali.

Buona lettura.

“Voglio ricordarti così, felice, con i tuoi musicisti di sempre, i tuoi amici, mentre ci fai sognare a Milano, nel tuo ultimo concerto.

Un concerto dove ci hai regalato tanta magia, un sogno che resterà per sempre scolpito nel cuore.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Ciao Pino

Lo Sbadiglio – To Brexit or not To Brexit: that’s the question

Ebbene si! Il grido di “What’s Europe?” che campeggiava durante la campagna pro-brexit nei vari Pub anglosassoni si è pacato. Sicuramente oggi la media del popolo inglese, forzatamente dopo i mesi in cui è stato necessario spiegare cosa comportasse l’uscita dall’Europa, ha capito che cosa volesse dire restare in Europa. Se oggi un sondaggio esprime il superamento del 10% del “NO” secco, beh la dice lunga di quanto all’epoca la disinformazione, e la propaganda abbia lavorato per il “SI”.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – To Brexit or not To Brexit: that’s the question

Lo Sbadiglio – Perdere l’EMA ai sorteggi è l’emblema dell’Unione Europea che non sa decidere

AGGIORNAMENTO: con sorteggio la sede dell’ABE, Agenzia Bancaria Europea è stata assegnata a Parigi.

Concordo con Beppe Sala quando dice che siamo stati l’unica città non Capitale ad arrivare alla votazione finale e questo è un grande risultato, che la dice lunga della bella strada che Milano ha fatto per affermarsi come centro economico europeo. Una città pronta ad accogliere sicuramente questa sfida. La sconfitta al sorteggio è ovviamente una beffa. Una “insolita procedura” come la chiama Francesca Venturi nel suo pezzo su AGI. Ed io dico una “solita Unione Europea”. Questa procedura è il simbolo di questa Unione Europea dove la politica arriva prima di tutto. E dove è chiara l’impossibilità oggettiva nel prendere decisioni strategiche.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Perdere l’EMA ai sorteggi è l’emblema dell’Unione Europea che non sa decidere

Lo Sbadiglio – Smart City: dalla Milano da bere alla Milano da vivere

milanoAbitando a Milano dal 2008, ed avendola vista cambiare radicalmente sin dai primi anni ’80, non posso che confermare quanto attestato dalla classifica di ICity Rate 2017. E’ così. Milano è vivibile, nonostante ancora il tasso di inquinamento sia alto. Ma la fruibilità dei collegamenti, dei servizi, e degli eventi di questa città è davvero da numero uno. E non è una città elitaria. Milano vicino all’Europa, come diceva Lucio dalla tantissimi anni fa nella sua famosa canzone dedicata al capoluogo meneghino. Ed è oggettivamente vero, mai canzone fu lungimirante come quella, ed ancora attuale.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Smart City: dalla Milano da bere alla Milano da vivere

Lo Sbadiglio – Referendum Autonomia Lombardia: oltre i Tablet anche gli spot di pessimo gusto. Ma chi paga?

spotL’autonomia Maroni l’ha attestata subito: oltre ad un acquisto scriteriato di Tablet per il voto elettronico, spendendo una cifra iniqua, aver tappezzato Milano con cartelloni giganti costosissimi, a volte accoppiati uno vicino all’altro, ora siamo davvero arrivati all’assurdo. Sono on line gli spot orribili lanciati dalla Lega per spingere gli elettori Lombardi ad andare alle urne. Inutili e di cattivo gusto. Se questa è l’autonomia allora forse una riflessione ancora più approfondita sulla vera necessità di questo referendum bisogna farla. Autonomia non vuol dire far ciò che si vuole con i soldi dei cittadini. E diventare Regione Autonoma vuol dire maggiori contributi e flussi da parte del Governo verso una Regione che di tutto può aver bisogno, meno che di nuove mangiatoie. Ma a chi serve questo referendum? 

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Referendum Autonomia Lombardia: oltre i Tablet anche gli spot di pessimo gusto. Ma chi paga?