Lo Sbadiglio – Cara Italia non mi sei (quasi) mancata

Devo ammettere che dal Sudafrica, l’eco lontano di qell’italianità che ultimamente ha caratterizzato i dibattiti mediatici e le bacheche social, fatte di post o articoli che criticano questo o quello, questa o quella, non mi è mancato.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Cara Italia non mi sei (quasi) mancata

Lo sbadiglio – Sentirsi straniera nel proprio Paese, Italiana in terra straniera. In Italia il diverso spaventa ancora

di Cristina Trivella.

Il 4 marzo mio figlio più grande tornerà dall’estero, dove studia, per partecipare alle sue prime elezioni e, parlando con lui dei diversi candidati, ho capito che forse ne vale la pena

Probabilmente è proprio per i miei tre figli, italianissimi, che ho deciso di sedermi al computer per tentare di scrivere un pezzo che in qualche modo spieghi la lenta ed insidiosa trasformazione che forse io, per la mia situazione peculiare, avverto in modo più nitido attorno a me.

Continua a leggere Lo sbadiglio – Sentirsi straniera nel proprio Paese, Italiana in terra straniera. In Italia il diverso spaventa ancora

Lo Sbadiglio – Germania: Mezzi pubblici gratis? Utopia o realtà?

Leggo questa notizia, e sorrido. Certo che in Germania, con l’inquinamento non butta bene. Prima gli scandali sulle emissioni truccate, ora la spada di Damocle Europea su sanzioni legate all’inquinamento. Che potrebbero anche toccare l’Italia, che su questo ha ancora tanta strada da fare, Milano in testa. E la fantasia corre verso l’ipotesi di gratuità dei mezzi pubblici. Ecco, appunto, fantasia. E penso all’Italia, così sgangherata, con le enormi differenze nel servizio pubblico da nord a sud, dove spesso la gratuità i passeggeri se la sono già presa non pagando il biglietto senza nessuno che li controlli.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Germania: Mezzi pubblici gratis? Utopia o realtà?

Lo Sbadiglio – Perdere l’EMA ai sorteggi è l’emblema dell’Unione Europea che non sa decidere

AGGIORNAMENTO: con sorteggio la sede dell’ABE, Agenzia Bancaria Europea è stata assegnata a Parigi.

Concordo con Beppe Sala quando dice che siamo stati l’unica città non Capitale ad arrivare alla votazione finale e questo è un grande risultato, che la dice lunga della bella strada che Milano ha fatto per affermarsi come centro economico europeo. Una città pronta ad accogliere sicuramente questa sfida. La sconfitta al sorteggio è ovviamente una beffa. Una “insolita procedura” come la chiama Francesca Venturi nel suo pezzo su AGI. Ed io dico una “solita Unione Europea”. Questa procedura è il simbolo di questa Unione Europea dove la politica arriva prima di tutto. E dove è chiara l’impossibilità oggettiva nel prendere decisioni strategiche.

Continua a leggere Lo Sbadiglio – Perdere l’EMA ai sorteggi è l’emblema dell’Unione Europea che non sa decidere