Nelle periferie del mondo i bambini muoiono nell’indifferenza

Il piccolo Alfie è morto. Ci ha fatto tenerezza questa storia. È vero. Portata alla ribalta dai mainstream mediatici e dai trend social. Tutti hanno parlato di Alfie. Anche io. Sono profondamente dispiaciuto per i genitori e la famiglia che ha lottato sino all’ultimo per il diritto alla vita. Chissà quanti Alfie ci sono in giro per il mondo che muoiono ogni giorno e dei quali non sappiamo niente. Quanti bambini che nascono in condizioni di salute disagiate, nelle periferie del mondo, e che non hanno possibilità neanche di andare in un ospedale per provare a curarsi. E poi tutti quei bambini morti in mare, per cercare di vivere una vita senza paura. Morti per cercare vita. Un ossimoro contemporaneo di una tragicità estrema. E quelli morti semplicemente di fame, in un mondo crudele che spreca soldi per compare armi, e non per creare eguaglianze di diritti. Questo è il mio saluto ad un bimbo sfortunato come Alfie, che ci ha commosso, ed un pensiero a tutti i bambini del mondo, che ogni minuto muoiono. Così. Nel silenzio del mondo. E noi non lo vogliamo sapere.

Contro-tendenza#

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...