Lo Sbadiglio – Perchè Correre in bicicletta per i Bambini di Strada – 2^ parte – Why riding for street children part two

English follow

PER DONARE/DONATE  —>Crowdfunding

La causa dei bambini di strada è una causa importante. Le cui dimensioni non sono facilmente misurabili, sia per entità del fenomeno, sia per i riflessi socio economici che esso comporta nelle generazioni, oltre che per la destabilizzazione sociale che apporta nei contesti in cui si sviluppa. Molto di tutto ciò dipende dalle condizioni di povertà estrema in cui vivono i bambini. Alcuni numeri tratti dalla fonte Unicef:

Secondo un nuovo rapporto dell’UNICEF e della Banca Mondiale, a livello globale, circa 385 milioni di bambini vivono in condizioni di povertà estremaIl rapporto “Ending Extreme Poverty: A focus on Children” mostra che nel 2013 il 19,5% dei bambini nei Paesi in via di sviluppo viveva in famiglie che sopravvivevano con meno di 1,9 dollari a persona al giorno, rispetto al 9,2% degli adulti. I bambini sono colpiti in modo sproporzionato: essi infatti rappresentano circa un terzo della popolazione, ma circa metà di quella che vive in condizioni di povertà estrema. I bambini più piccoli sono anche quelli più a rischio: oltre un quinto dei bambini sotto i 5 anni di età, nei Paesi in via di sviluppo, vive in povertà estrema.«I bambini non solo hanno più probabilità di vivere in condizioni di povertà estrema, ma gli effetti della povertà su di essa sono più dannosi. Questi bambini hanno le peggiori probabilità – e i più piccoli hanno peggiori possibilità rispetto a tutti gli altri, perché le deprivazioni colpiscono lo sviluppo fisico e mentale» spiega Anthony Lake, Direttore dell’UNICEF. «È scioccante sapere che metà di tutti i bambini dell’Africa subsahariana e in generale un quinto di tutti i bambini che vivono nei Paesi in via di sviluppo, crescono in condizioni di povertà estrema. Questo non è solamente un limite per il loro futuro, ma anche per quello delle loro società» La nuova analisi, viene lanciata in seguito allo studio della Banca Mondiale Poverty and Shared Prosperity 2016: Taking on Inequality, secondo cui circa 767 milioni di persone a livello globale vivono con meno di 1,90 dollari al giorno nel 2013, la metà di loro avevano meno di 18 anni. Le stime globali sulla povertà estrema infantile sono basate sui dati di 89 Stati, che rappresentano l’83% della popolazione dei Paesi in via di sviluppo. L’Africa subsahariana ha i tassi più alti di bambini che vivono in povertà estrema (poco meno del 50% della popolazione infantile). Oltre metà dei bambini che vivono in condizioni di povertà estrema, nel mondo, vivono in Africa. L’Asia meridionale è al secondo posto, con circa il 36% – il 30% sono in India
Complessivamente, più dell’80% dei bambini in povertà estrema vivono in aree rurali.”

Alla luce di questi numeri si capisce che siamo di fronte ad un fenomeno di una portata drammatica. La sfida di Angelo e Johan è sicuramente un piccolo raggio di sole nel buio profondo in cui questi bambini vivono, ma sicuramente è un contributo che puù riaccendere la speranza per tanti di loro.

_____________________________________________________________________________________________

The cause of street children is an important cause. The dimensions of which are not easily measurable, both for the extent of the phenomenon, and for the socio-economic repercussions it entails in the generations, as well as for the social destabilization it brings into the contexts in which it develops. Much of this depends on the extreme poverty conditions in which children live.

“According to a new report by UNICEF and the World Bank, approximately 385 million children live in extreme poverty, the report” Ending Extreme Poverty: A focus on Children “shows that in 2013, 19.5% of children in developing countries lived in families that survived on less than $ 1.9 per person per day, compared with 9.2 per cent of adults, and disproportionately affected children: they represent about a third of the population , but about half of those living in extreme poverty.The youngest children are also those most at risk: more than a fifth of children under 5 years of age, in developing countries, live in extreme poverty. « Children are not only more likely to live in extreme poverty, but the effects of poverty on them are more harmful.These children have the worst odds – and the youngest have worse chances than everyone else. others, because deprivations affect physical and mental development, “explains Anthony Lake, Director of UNICEF. “It is shocking to know that half of all children in sub-Saharan Africa and in general one-fifth of all children living in developing countries are growing up in extreme poverty.
This is not only a limitation for their future, but also for that of their societies »The new analysis is launched following the study of the World Bank Poverty and Shared Prosperity 2016: Taking on Inequality, according to which about 767 million people global level live on less than $ 1.90 a day in 2013, half of them were under 18 years old. Global estimates of extreme child poverty are based on data from 89 states, representing 83% of the population of developing countries. Sub-Saharan Africa has the highest rates of children living in extreme poverty (just under 50% of the child population). Over half of the children living in extreme poverty, in the world, live in Africa. South Asia is in second place, with around 36% – 30% are in India.
Overall, more than 80% of children in extreme poverty live in rural areas. “
In light of these numbers we understand that we are facing a phenomenon of a dramatic scope.
The challenge of Angelo and Johan is certainly a small ray of sunshine in the deep darkness in which these children live, but surely it is a contribution that can rekindle hope for many of them.
PER DONARE/DONATE  —>Crowdfunding
Photo credits: UNICEF

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...