Lo Sbadiglio – Inclusione, cittadinanza, dignità: redditi a tutti. Ma il lavoro?

Chiarito che il reddito di inclusione sia già una realtà in Italia, introdotta dall’ultimo governo, che ne ha garantito le coperture, le varie sparate elettorali introducono ulteriori opportunità per chi non lavora o vive in povertà, di poter avere dei sussidi integrativi per sopravvivere. In Europa esistono diverse forme di assistenza economica, e sicuramernte il tema è centrato sotto il profilo della civiltà del nostro Paese. Ferme le coperture da individuare, che sempre sono molto più vaghe delle promesse a monte, continuo a vedere la soluzione del problema povertà affrontata con grande miopia. E continuo a non vedere soluzioni che vadano alla radice del problema: il lavoro per tutti. Perchè non dimentichiamoci che la dignità delle persone passa attraverso la realizzazione sociale, con il loro inserimento nel circuito lavorativo, per sentirsi utili e produttive. La condizione di povertà assoluta in cui versano migliaia di famiglie e di persone deriva dalle condizioni socio economiche della realtà in cui viviamo. Aiutare le famiglie in difficoltà è un dovere morale e civile dello Stato, e di tutta la comunità. Ma bisogna stare attenti a non superare il “trade-off” che consente di vivere senza più aver necessità di cercarsi un lavoro. Le misure devono essere strumenti di aiuto, ed allo stesso tempo di stimolo, perchè inversamente si rischia l’effetto contrario, e si alimenta il lavoro nero, e la criminalità organizzata. Prima di tutto al centro ci devono essere politiche sul lavoro che consentano di reintegrare tutti nel mondo del lavoro. Politiche fiscali per aziende e pensionistiche che consentano alla gente di liberare posti di lavoro per i più giovani o per coloro che lo hanno perso e non riescono più a ritrovarlo, questi ultimi spesso i “nuovi poveri”, ricchi di competenze ed esperienza che possono mettere a disposizione per esempio in corsi di formazione gestiti dallo Stato stesso. Sono tante le possibilità, ma non fermiamoci solo all’assistenzialismo, perchè potrebbe essere un’arma a doppio taglio, soprattutto in Italia.

Fonte: Lo Sbadiglio

Photo credits: web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...