Lo Sbadiglio – Cari Haters avete vita breve

odio-web-563190_660x368E’ iniziata la rivolta del Web. Finalmente. Dal web contro gli odiatori seriali. Si sta prendendo consapevolezza del fatto che denunciare chi offende sia la strada più giusta. Tanti gli esempi fra i personaggi noti, e non solo. Ne ho parlato da tempo. Sempre. Bloccare, segnalare e denunciare è l’unico modo da un lato per dare strumenti alle piattaforme per migliorare gli algoritmi di selezione, e dall’altro per dare alla sezione dedicata della Polizia Postale, strumenti per agire. Agire, si. Perchè ora è arrivato il momento di farlo. Tutti insieme. Non bastano le normative, nonostante ci siano provvedimenti lodevoli come la legge contro il Cyberbullismo, e diversi altri in cantiere. Per applicarle serve consapevolezza sociale. In tal senso sono nate diverse iniziative per fare “cultura” sana nella rete, ed anche fuori, fra manifesti come quello prodotto dall’iniziativa “Parole o-stili”, con un decalogo sottoscritto da tantissimi operatori della rete, al quale ho contribuito anche personalmente, ed anche libri, fra cui cito il più recente dal titolo “Far Web” di Matteo Grandi, che analizza il fenomeno dell’odio in rete, cercando di dare chiavi di lettura che guardino al fenomeno nella sua interezza. Gli haters vanno affrontati e disinnescati. Personaggi squallidi che fanno i leoni dietro la tastiera, e che scaricano sul web le loro frustrazioni, che prima venivano limitate a qualche discussione da bar, ed ora con la potenza sconfinata del mezzo informatico, vengono sparate nella rete senza confini ed in tutto anonimato. O quasi. Perchè il percorso di introduzone dell’identità digtale è già iniziato. Rendere reale il paradigma di Stefano Quintarelli della rete come dimensione immateriale della nostra esistenza è una strada ormai irrinunciabile. Ciò che accade in rete non è “virtuale” ma “reale”, ed allora mi aspetto che anche le sanzioni, le restrizioni ed i provvedimenti di sospensione dall’utilizzo del mezzo telematico siano reali, efficaci e per i più recidivi esemplari.

Fonti

FAR WEB

Parole ostili

Stefano Quintarelli – Costruire il Domani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...