Lo Sbadiglio – Innovazione Digitale: siamo ancora “Affamati e folli”? Se ci fosse ancora Steve Jobs…

jobsIeri ho visto poche righe di commemorazione del più grande innovatore di tutti i tempi, a sei anni dalla sua scomparsa. Un tweet di Tim Cook, e qualche articolo qua e la. Chissà se oggi fosse stato ancora vivo come sarebbe il presente di Apple. “Affamati e folli” diceva lui. Ed in quelle parole Steve Jobs raccontava la sua vita. Un mantra che ha ispirato tanti  nel voler avere sempre sete di conoscenza, di non sentirsi mai arrivati, e di approcciare la vita con curiosità, con quel pizzico di follia che muove la ricerca, ed il cambiamento. Ma ad Apple sono ancora affamati e folli? Ma gli innovatori qui in Italia sono ancora affamati e folli? Una domanda che rivolgo a Riccardo Luna, profondo conoscitore del mondo dell’innovazione in Italia, oggi Direttore di AGI, alla quale sono sicuro saprà darmi la risposta corretta ed appassionata. Certo è un grande vuoto quello lasciato da Jobs. E la domanda è se ci sarà mai qualcuno alla sua altezza capace di riempirlo. Di replicare l’unicità. Quella capacità di avere il coraggio di sganciarsi dalla massa, di non omologarsi e di essere nell’innovazione sempre “driver”e mai “follower”, con tutti i rischi che questo può comportare, ma che può dare grandi opportunità di successo planetario. Ed è questo che fa parte di quel mantra che ha consentito a Steve Jobs di fare dell’evoluzione digitale, una vera e propria rivoluzione.

Fonte: ANSA Articolo QUI

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...